Documentari-Italy

Tutte le news dal mondo dei documentari!!!

mercoledì 30 novembre 2011

La Grande Guerra Dall'Alto

La Grande Guerra Dall'Alto


Attraverso le immagini catturate dagli aerei nell'estate del 1919, osserviamo i danni provocati dalla Prima Guerra Mondiale su città, villaggi e campagne, dalla costa del Belgio fino al confine svizzero.

martedì 29 novembre 2011

Vaticano : Oltre la soglia

Vaticano : Oltre la soglia


Con un accesso esclusivo, le nostre telecamere andranno alla scoperta dello Stato più piccolo e misterioso al mondo.
Entreremo negli Archivi Segreti Vaticani, nelle stanze e biblioteche che contengono alcuni tra i documenti e tesori più preziosi della storia.
Vi porteremo oltre la Basilica: nei luoghi dove il Papa vive, lavora e trascorre i suoi momenti più intimi, negli oscuri recessi che custodiscono i segreti di quest’antica istituzione.
Scopriremo come la vita del Santo Padre viene protetta grazie al prezioso lavoro della polizia italiana, della polizia vaticana e delle guardie svizzere.
Uno sguardo straordinario dall’interno che ci permette di scoprire tante curiosità sulla vita nascosta di questo piccolo quanto potente Stato.

INFOWB

Lo Stato della Chiesa, che per circa un millennio si era esteso su buona parte dell'Italia centrale, costituendo la base territoriale del potere temporale dei papi, fu integralmente annesso al Regno d'Italia nel 1870, quando i bersaglieri (il 20 settembre) penetrarono in Roma attraverso la breccia di Porta Pia, astenendosi solo dall'occupare militarmente la città Leonina.

Roma fu proclamata capitale d'Italia e fu soppresso il potere temporale dei papi. Papa Pio IX, sovrano spodestato militarmente, non dette né adesione né consenso all'occupazione italiana, e nemmeno alla legge delle Guarentigie che fu proclamata unilateralmente dallo Stato occupante nell'intento di mantenere e garantire l'indipendenza spirituale del Papa (ma non la sua sovranità), e la prosecuzione della sua missione religiosa; egli si considerò prigioniero in Vaticano, e non ne uscì mai più, pur continuando a esercitare il pontificato. Nacque così la Questione Romana, che tormentò i rapporti tra Regno d'Italia e Chiesa cattolica per 59 anni.

Dopo lunghe trattative diplomatiche, la Questione fu risolta l'11 febbraio 1929, quando i due Alti Contraenti firmarono i Patti Lateranensi, con i quali si riconobbero reciprocamente il carattere di indipendenza e di sovranità.

I Patti consistono in:

un concordato sui reciproci rapporti.
un trattato, con allegata una convenzione finanziaria.

Per l'appunto il trattato lateranense è l'atto istitutivo dello Stato della Città del Vaticano, con il quale l'Italia riconosce al Papa la piena sovranità e indipendenza sulla sola ed esclusiva parte del territorio della città di Roma compreso nella cerchia delle Mura Leonine, oltre che sulla Piazza San Pietro. Questo territorio, pur estremamente ridotto, è riconosciuto a livello internazionale e assicura così l'indipendenza sovrana della Santa Sede rispetto a qualsiasi altro potere politico. La convenzione finanziaria fornì i mezzi per l'autonomia economica della nuova formazione statale.


lunedì 28 novembre 2011

Inside : Il Carnevale di Rio

Inside : Il Carnevale di Rio


Il Carnevale di Rio è considerato la più grande festa del pianeta. Sicuramente è il più eccentrico e allegro del mondo e ha come epicentro le parate delle scuole di samba, una sorta di gara festosa con migliaia di coloratissimi ballerini in costume che percorrono a bordo di pittoreschi carri un corso lungo 6-700 metri. A guardarli una platea di giudici esperti e più di 60 mila spettatori esultanti, mentre mezzo miliardo di persone nel mondo li segue dalla TV. È uno spettacolo da sogno e noi ne vedremo tutti gli aspetti più interessanti e particolari attraverso le telecamere di National Geographic!

INFOWEB

Il Carnevale di Rio de Janeiro (o semplicemente Carnevale di Rio) è una festa annuale che si tiene a Rio de Janeiro, la seconda città del Brasile.
Si celebra 40 giorni prima di Pasqua e festeggia l'inizio della Quaresima; il Brasile è una nazione a maggioranza cattolica, per cui l'astinenza quaresimale è molto sentita. Il carnevale rappresenta un "addio" ai piaceri della carne in vista dei prossimi 40 giorni. Il Carnevale tiene alcune variazioni con la controparte europea e si differenzia nel territorio brasiliano.
Il Carnevale brasiliano viene celebrato in modo diverso nelle varie regioni del paese: il Carnevale di Rio è considerato uno dei più famosi in Brasile e in tutto il mondo per via della magnificenza e della ricchezza dei festeggiamenti.
Prima del riconoscimento ufficiale da parte del governo della festa del carnevale come una "espressione di cultura", i brasiliani erano soliti scatenare sommosse in occasione della festa.

Storia
Rio de Janeiro è stato il primo e il più famoso dei Carnevali brasiliani. Le sue origini risalgono agli anni trenta del XIX secolo, quando la borghesia cittadina importò dall'Europa la moda di tenere balli e feste mascherate, molto in voga a Parigi.
Inizialmente molto simili alle feste europee, queste manifestazioni acquisirono col tempo elementi tipici delle culture africana e amerindiana.
Sul finire del XIX secolo nella città vennero costituite le prime cordões ("corde" in Portoghese), gruppi di gente che sfilava per le strade suonando e ballando. Dalle cordões derivarono in seguito i moderni blocos ("quartieri"), gruppi di persone legati ad un particolare quartiere della città che sfilano con tamburi e ballerine, vestiti con costumi e magliette a tema per festeggiare il carnevale.
I blocos oggi sono parte integrante della festa a Rio: vi sono più di 100 gruppi con usi e tradizioni diversi, e ogni anno il numero cresce. Alcuni sono numerosi, altri più piccoli; alcuni sfilano per le strade in formazione, altri stanno nello stesso posto.
Ogni bloco ha un posto o una strada in cui festeggiare, e per i più grandi le strade vengono chiuse al traffico. I festeggiamenti cominciano da gennaio e durano fino al termine del carnevale, con gruppi di persone che ballano il samba nel weekend agli angoli delle strade. Solitamente i festeggiamenti avvengono di giorno, o alla fine dell'orario lavorativo.
I blocos compongono loro stessi la musica che suonano in continuazione durante i festeggiamenti, basandosi su classici della samba o su vecchie musiche da carnevale chiamate Marchinhas de carnaval.
I blocos più famosi sono O cordão do bola preta, che sfila nel centro storico, e Suvaco de Cristo, nella zonda del Giardino Botanico e sotto la statua del Redentore.
Il Carnevale di Rio de Janeiro è noto nel mondo soprattutto per le sfarzose parate organizzate dalle principali scuole di samba della città. Le parate si tengono nel Sambodromo, e sono una delle principali attrattive turistiche del Brasile.
Le Scuole di Samba sono grandi e ricche organizzazioni che lavorano tutto l'anno in preparazione del Carnevale. Le parate durano quattro notti, e fanno parte di una competizione ufficiale suddivisa in sette divisioni alla fine delle quali una scuola verrà dichiarata vincitrice dell'anno.


Inside : il tesoro di Tutankhamon

Inside : Il tesoro di Tutankhamon


Per la prima volta, il tesoro di Tutankhamon è in tour, ospite di prestigiosi musei. Seguiamo le diverse fasi per l'allestimento di una mostra così eccezionale.

INFOWEB

« Qui prima di noi c'era una prova sufficiente a mostrare che questa è veramente l'entrata di una tomba, e dal sigillo, mostrò a tutti che era intatta. »

(Howard Carter)

La Tomba di Tutankhamon (nota anche come KV62) è il luogo di sepoltura, nella Valle dei Re, del giovanissimo sovrano della XVIII dinastia che salì al trono all'età di 9 anni e morì all'età di 18-20 anni. Analisi eseguite nel corso degli anni dalla scoperta della tomba, non ultime analisi del DNA compiute nel 2009, hanno consentito di appurare che il faraone soffriva di diverse malattie, alcune delle quali ereditarie, ma si è ritenuto che a nessuna di esse possa essere imputata la morte. L'esito di tali analisi, pubblicate nel febbraio 2010 sulla rivista statunitense JAMA (Journal of the American Medical Association), oltre a chiarire aspetti legati alla genealogia del Re, hanno diagnosticato che questi era affetto dal male di Kohler, a causa del quale era costretto a camminare appoggiandosi ad un bastone. Ciò giustificherebbe, peraltro, la presenza nella KV62 di 130 di tali oggetti le cui condizioni fanno intendere che si tratti di strumenti di deambulazione effettivamente usati e non di semplice corredo. Nel corpo di Tutankhamon è inoltre stata rilevata la presenza del parassita della malaria in forma grave, come suffragato anche dalla presenza di piante con proprietà analgesiche ed antipiretiche nella tomba stessa.
La tomba in trattazione porta il numero 62 ed è bene rammentare che le 63 sepolture principali della Valle dei Re sono numerate progressivamente (sigla "KV"= King's Valley, seguita da un numero); è inoltre utile tenere anche presente che la numerazione non ha nulla a che vedere con la progressione sul trono dei titolari; nel 1827, infatti, l'egittologo inglese John Gardner Wilkinson numerò le tombe già scoperte da 1 a 22 seguendo l'ordine geografico da nord a sud. Da tale data, però, ovvero dalla KV23 in poi, il numero corrisponde all'ordine di scoperta e, di qui, il numero 62 assegnato alla sepoltura del faraone fanciullo.
L'importanza della scoperta, forse la più famosa della storia dell'egittologia, risiede, prima di tutto, nel fatto che si tratta di una delle poche sepolture dell'antico Egitto pervenutaci quasi intatta, l'unica di un Sovrano e, conseguentemente, tra tutte quelle note, la più ricca. La scoperta di Howard Carter, il 4 novembre 1922, fu permessa dalle sovvenzioni di Lord Carnarvon.


sabato 26 novembre 2011

River Monsters Tribal

River Monsters Tribal


Jeremy Wade entra a contatto con le piu' antiche comunita' di pescatori e, con lance, archi e persino ragnatele, dovra' adattarsi a imparare a pescare come fa la gente del posto.


Cosa ti dice il cervello? -03-

Cosa ti dice il cervello? -03-


Se la memoria non m'inganna...
La memoria è una funzione fondamentale del nostro cervello. Alcuni scienziati spiegano come è possibile recuperare le informazioni che la memoria raccoglie durante la nostra vita.


venerdì 25 novembre 2011

I Fantasmi Dello Yangtze

I Fantasmi Dello Yangtze


Un filmato sull'allagamento della regione cinese delle Tre Gole, raccontato attraverso le storie di chi abita lungo lo Yangtze e lavora sulla nave che solca le sue acque.

INFOWEB

La Diga delle Tre Gole (the Three Gorges Dam) è la più grande struttura idroelettrica del mondo ed è stata costruita nel letto del fiume Yangtze, il fiume più lungo e più largo della Cina e il terzo più lungo al mondo. La mastodontica diga, completata nel 2006 (ma il progetto è ancora in divenire) ha lo scopo – secondo il governo cinese – di contenere il rischio di inondazioni nella parte meridionale del paese, rendere navigabile la parte alta del fiume e produrre energia elettrica.

In realtà, la creazione di dighe e dei loro bacini ha effetti, sia nella parte alta del fiume che in quella bassa al di là della diga, sulle specie animali e vegetali autoctone che scompaiono o addirittura rischiano l’estinzione a causa della distruzione dei loro habitat e del cambiamento delle condizioni climatiche nella loro regione, ed influisce sulla qualità dell’acqua, sui fenomeni sismici e colate di fango nella zona interessata, comportando quindi, anche svantaggi e rischi per la vita e le attività umane stesse. La diga crea una barriera all’interno del fiume che gli animali non sono in grado di attraversare. Un esempio? I pesci non possono andare a monte per deporre le uova, così le popolazioni delle specie ittiche non faranno che diminuire. La perdita di foreste e terre agricole, derivante dalla loro immersione (per lasciare spazio al bacino della diga), porta all’erosione e all’aumento di sedimenti alla base del fiume e del bacino. Ciò può condurre ad una maggiore portata del fiume e ad allagamenti nella parte alta del fiume. I sedimenti e il limo contengono preziosi nutrienti per l’agricoltura. Bloccarli dietro alla diga significa che tali nutrienti non raggiungono la terra coltivata a valle della diga. Questo può ridurre la fertilità della terra. La distruzione di villaggi (previo ovvio sfollamento e trasferimento abitanti, sempre per lasciare spazio al bacino della diga) porta anch’essa a problemi di inquinamento. Infatti, anche se lo Yangtze River era già inquinato a causa del traffico marittimo di carbone, delle piogge acide e per la sua posizione centrale nell’attività industriale cinese, dalle città e dalle discariche inondate giungono sostanze inquinanti che contribuiscono ad inquinare ulteriormente le acque del fiume. Per ovviare a ciò sono stati destinati fondi per pulire l’area del bacino della diga, ma solo in futuro si vedrà se sono serviti a qualcosa. Altre conseguenze della costruzione della Three Gorges Dam sono un più basso livello di ossigeno disciolto (DO) nell’acqua nella parte bassa del fiume a valle della diga. L’ossigeno disciolto è necessario per l’attività aerobica negli ecosistemi acquatici, per i pesci e le piante che dipendono dall’ossigeno per sopravvivere. La presenza della diga, rallentando il movimento dell’acqua e i processi naturali di aereazione, diffusione e dissoluzione dell’ossigeno nell’acqua a valle, fa si che l’ossigeno presente risulti meno accessibile. Questo può comportare effetti negativi sull’ecosistema acquatico in quell’area.C’è anche la preoccupazione che l’inquinamento si consolidi e che peggiori la qualità dell’acqua. È poi da sottolineare la vicinanza di queste immense centrali idroelettriche a zone a rischio terremoto. Si pensa che alcune di queste siano diventate sismiche a causa della forte pressione esercitata dall’acqua nelle dighe.
Risultati ambientali positivi della Diga delle Tre Gole, che sostituisce fino a 50 milioni di tonnellate di carbone grezzo nella richiesta cinese di produzione energetica: non vengono emessi gas effetto serra, perché si produce energia idroelettrica; meno piogge acide; aria più pulita.
Comunque non bisogna dimenticare che, per creare questo bacino, sono stati sommersi oltre 1300 siti archeologici e parecchi centri urbani (comportando il trasferimento di circa 1,4 milioni di abitanti e 116 località finite sott’acqua) e nonostante ciò, le autorità cinesi progettano di trasferire altri 4 milioni di persone dalla zona delle Tre Gole dal 2008 al 2023 per continuare la ciclopica impresa. Gli scienziati della NASA Richard Chao e Benjamin Gross sono arrivati alla conclusione che la grandissima massa d’acqua accumulata a monte della diga ad un altezza superiore di quella precedente, comporterà addirittura una diminuzione della velocità di rotazione della terra e un allungamento della durata del giorno, anche se per un valore infinitesimale di 60 miliardesimi di secondo.


Drugs Inc. L'impero della droga

Drugs Inc.


Benvenuti in Drugs, Inc., la fiorentissima industria della droga. Con un giro d'affari annuo di ben 300 miliardi di dollari, la filiera degli stupefacenti porta nelle tasche dei trafficanti profitti da capogiro alimentando la terribile spirale delle dipendenze e della criminalità organizzata.
Forse vi sarete chiesti come funziona. Se sia possibile fermarla o regolamentarla. E che impatto abbia sulle persone che ci finiscono dentro. Con una nuova e sconvolgente serie di scottante attualità, National Geographic Channel cerca di rispondere a tutte queste domande esplorando da vicino gli universi che ruotano attorno alle diverse droghe.
Prendendo spunto dalle sostanze oggi più diffuse - cocaina, metanfetamina, eroina e cannabis - Drugs, Inc. racconta i retroscena di questa tragica industria attraverso le storie degli "operatori", dei consumatori e delle forze dell'ordine: dal coltivatore di coca colombiano al trafficante di eroina talebano; dal produttore fai da te di metanfetamina allo spacciatore di coca londinese; dal produttore di cannabis giamaicano all'agente della DEA, fino alla gente che ha visto la sua vita sgretolarsi giorno dopo giorno in una spirale con poche vie d'uscita.
Ogni puntata esamina la filiera produttiva e di distribuzione di una di queste sostanze, i suoi effetti sull'organismo umano e le iniziative di contrasto messe in campo della polizia.

EPISODI  :

1 - Eroina
2 - Metanfetamina
3 - Cocaina
4 - Cannabis
5 - Crack 
6 - Grand Theft Auto
7 - Ketamina 
8 - Hashish
9 - Ecstasy 

10 - Gli allucinogeni 
11 - Le nuove droghe 
12 - Droghe Legali


[INCORSO] 

 NOTE : NG italia ha pensato bene di cambiare nome alla serie da "Drugs inc" a "L'impero della droga". MORE INFO

giovedì 24 novembre 2011

Delitti Rock : Amy Winehouse

Delitti Rock : Amy Winehouse


“Delitti Rock” il programma condotto da Massimo Ghini dedica una puntata alla figura di Amy Winehouse, la cantante scomparsa lo scorso 23 luglio,raccontandoci la vita di una delle più importanti icone musicali degli ultimi anni.

Amy Winehouse è entrata a far parte del leggendario club 27: scomparsa all’età di 27 anni, la cantautrice britannica ci ha lasciato un’importante eredità. Considerata una vera e propria rivoluzione in ambito musicale, Amy è stata capita dai più quando era ormai troppo tardi. Il suo talento è stato accantonato per il gossip, per le sue serate ad alto tasso alcolico, le immagini in cui la vedevamo sciatta e barcollante su tacchi vertiginosi, con un’acconciatura che non le era di certo d’aiuto.
Massimo Ghini ci introduce nel mondo di Amy, ripercorrendo le ultime ore della sua vita. Dopo aver salutato la madre Janis, dicendole “I love you mum”, la cantante ha fatto ritorno nella sua casa di Camden Square, con il suo immancabile body guard Andrew Morris, che lavora per la Island Records, e che ha trovato Amy priva di vita nella sua stanza, il giorno successivo.
Contribuiranno alla ricostruzione della vita e delle ultime ore della Winehouse, alcuni dei personaggi che le ruotavano attorno: il parrucchiere Alex Folden, autore dell’inconfondibile acconciatura della cantante; Nick Johnston, giornalista ed autore di “Amy, Amy, Amy”, la prima biografia dedicata alla protagonista dell’ultimo episodio di “Delitti Rock”, intitolato “Amy Winehouse – La ragazza che è morta tre volte“. A parlare anche Lucy O’Brien, giornalista esperta di musica femminile che aveva conosciuto al Winehouse; MissinCat, che risponde al nome di Caterina Barbieri, la cantautrice milanese che ha aperto i concerti di Amy durante il tour tedesco del 2007. In più ci sarà il Dr. Giorgio Cerizza, psichiatra esperto in tossicodipendenze. Ad uccidere Amy, infatti, sarebbestato proprio questo: la cantante dipendeva completamente dalla bottiglia e negli ultimi tempi i medici erano molto allarmati sul suo stato di salute, tanto da averle dato un ultimatum. Se non avesse smesso di bere, Amy sarebbe morta. La giovane artista ce l’aveva messa tutta, aveva fatto progressi lasciandosi alle spalle le droghe, ma con l’alcol l’impresa sembrava quasi impossibile, tanto che a stroncarla potrebbe essere stata una terribile crisi di astinenza.


mercoledì 23 novembre 2011

I segreti del Taj Mahal

I segreti del Taj Mahal


Definito come un 'edificio perfetto', il Taj Mahal è il risultato di un faticoso lavoro di costruzione che oggi lo ha reso simbolo e gioiello architettonico dell'India.

INFOWEB

« Non un pezzo di architettura come sono altri edifici, ma la passione orgogliosa di un imperatore trasformata in pietre viventi »

(Edwin Arnold)
« La vista di questo palazzo provoca tristi sospiri e fa versare lacrime dagli occhi del sole e della luna. Questo edificio è stato costruito per mostrare, attraverso di esso, la gloria del Creatore »

(Shah Jahan)

Il Taj Mahal (urdu: تاج محل, hindi: ताज महल), situato ad Agra, nell'India settentrionale (stato di Uttar Pradesh), è un mausoleo fatto costruire nel 1632 dall'imperatore moghul Shah Jahan in memoria della moglie Arjumand Banu Begum. Nonostante vi siano molti dubbi riguardo al nome dell'architetto che lo progettò, generalmente si tende a considerare Ustad Ahmad Lahauri il padre dell'opera.
È da sempre considerata una delle più notevoli bellezze architettoniche dell'India e del mondo a tal punto che il complesso è tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO dal 9 dicembre 1983.
È stato inserito nel 2007 fra le sette meraviglie del mondo moderno.

A lezione da Ficarra e Picone

 A lezione da Ficarra e Picone

Ficarra e Picone, i due comici siciliani, in cattedra per un giorno all’Università Iulm di Milano. Nell’Alula Magna, davanti agli studenti dell’ateneo, sono stati protagonisti di un divertente incontro condotto dal critico Gianni Canova dal titolo «A lezione da Ficarra e Picone», un evento ideato e prodotto da Sky Cinema.

INFOWEB

"Ficarra? Un eterno ritardatario permaloso", dice Valentino Picone. "Picone? Una persona sgradevole che ha l'abitudine di arrivare sempre puntuale", ribatte Salvo Ficarra. Inizia in questo modo la "lezione" di cinema che il duo comico siciliano ha tenuto alla Iulm di Milano lo scorso ottobre e che è stata trasmessa in esclusiva da Sky Cinema.
Un incontro, moderato dal preside della libera università milanese Gianni Canova, che ha visto i due attori raccontarsi a 360 gradi tra, ironia, battute coinvolgenti e qualche inedito. Come per esempio quello che non ci fosse stato Aldo Baglio (quello di Aldo, Giovanni e Giacomo), il nome del duo sarebbe ancora Chiamata Urbana Urgente. O come i giudizi severi del Mago Forest e di Zuzzurro che ricordano le tante scorrettezze dei due sul palco e la loro ossessiva invadenza.
Insomma una lezione a tutto campo che svela sia il passato di Salvo e Valentino, la loro sicilianità e i primi approcci con il mondo dello spettacolo, sia il loro futuro che adesso si concentra su "Anche se è amore non si vede", il film nelle sale dal 23 novembre con Ambra Angiolini, Diane Fleri e Sascha Zacharias, e che per la prima volta vede Ficarra e Picone non soltanto in veste di attori ma per la prima volta anche in versione registi.

Corea del Sud : una nazione da guardare

Corea del Sud : una nazione da guardare


Nonostante il suo passato travagliato, la Corea del Sud e' diventata una grande potenza industriale che ha le caratteristiche giuste per essere trattata alla pari delle altre grandi nazioni del nostro pianeta.

INFOWEB

La Repubblica di Corea (in Hangŭl 대한민국; in Coreano Daehan Minguk; in Hanja 大韓民國) chiamata comunemente Corea del Sud, è un Paese dell'Asia orientale che occupa la metà meridionale della penisola coreana. Confina a nord la Corea del Nord, a ovest con il Mar Giallo (e poi la Cina), a sud con lo stretto di Corea ed a est con il Mare Orientale (e poi il Giappone). La sua capitale, Seoul, è la seconda metropoli più grande del mondo (dopo Tokyo). Il paesaggio è prevalentemente montagnoso, nonostante ciò con i suoi 48 milioni di abitanti, la Corea del Sud è il ventesimo paese più densamente popolato al mondo (dopo il Bangladesh e Taiwan). Scavi archeologici hanno dimostrato[senza fonte] che la Corea è stata abitata sin dal Paleolitico inferiore; ma la storia della Corea inizia nel 2133 a.C. con la fondazione di Gojoseon da parte di Dan-gun. Dopo l'unificazione dei Tre regni di Corea sotto il Regno di Silla nel 668 d.C., si successero le dinastie Goryeo (고려, 高麗, traslitterato anche come Koryo da cui deriva il nome Corea) e Joseon (조선, 朝鮮) fino all'invasione giapponese della Corea nel 1910. Dopo l'occupazione sovietica e statunitense del Paese conseguente alla seconda guerra mondiale, la Corea venne divisa in Corea del Nord, sotto l'influenza sovietica, e Corea del Sud, sotto quella statunitense. Il 20 giugno 1950 il nord, appoggiato dalla RPC e dall'Unione Sovietica invase il sud, causando una guerra che si concluse con un armistizio nel 1953 e che fece 4 milioni di vittime.
Dal 15 agosto 1948 la Corea del Sud è una repubblica presidenziale (anche se durante la seconda legislatura del 1960 prese provvisoriamente la forma di repubblica parlamentare) e, sulla base del PIL nominale (FMI, 2008) è la quarta economia più grande d'Asia e la quindicesima nel mondo. Soprattutto oggi è famosa come un paese di alta tecnologia informatica sulla base di un alto livello delle risorse umane per cui è riconosciuto come settimo paese al mondo secondo l'Indice di Educazione di sviluppo umano (ONU, 2008). Inoltre, fa parte dei 30 paesi OCSE e nel 2010 ha svolto un ruolo cruciale nel nuovo vertice globale G20 con Stati uniti, Francia, Inghilterra e Canada, al nome del G20 Steering Group.


Delitti : Il mostro di Firenze

Delitti : Il mostro di Firenze


“Delitti” propone una puntata speciale dedicata al caso più sconvolgente della storia criminale italiana: il Mostro di Firenze.
Dal 1968 al 1985 il “mostro” ha ucciso sedici giovani amanti mutilando orribilmente i corpi delle donne. L’unica colpa di quelle otto coppie di innamorati? Si stavano amando sulle colline di Firenze in una notte di luna nuova. Dopo trent’anni di lavoro e continui colpi di scena la giustizia italiana ha finalmente stabilito una verità giudiziaria: il “mostro” non è un solo, bensì un gruppo. Sono Pietro Pacciani, Mario Vanni e Giancarlo Lotti, i cosiddetti “compagni di merende”, tre poveracci della provincia toscana mossi dalle loro perverse abitudini sessuali. Ma il caso non è chiuso. Le indagini continuano. Anche se tutti i condannati sono già morti.Secondo alcuni autorevoli parer, i “compagni di merende” sarebbero solo il braccio armato di una setta esoterica legata alla massoneria.

Qual è la verità? Quali misteri si nascondono ancora dietro al “mostro di Firenze”? Delitti speciale “Mostro di Firenze” cercherà di raccontarli tutti.

“Delitti” ricostruirà tutta la vicenda del Mostro usando uno stile che, come nel tradizionale progetto della serie, vuole unire il rigore filologico del documentario storico al ritmo e all’appeal della fiction all crime. Interviste esclusive con alcuni dei protagonisti più importanti della vicenda.
Tra i più importanti, citiamo: il magistrato Piero Luigi Vigna, capo della procura fiorentina fin dai primi delitti del mostro, il cervello di tutta l’indagine; Silvia Della Monica, uno dei primi sostituti procuratori a indagare sul campo (e passata alla storia come protagonista della macabra attenzione del Mostro: nel 1985 le recapitò un lembo del seno di una vittima poche ore dopo l’omicidio); Piero Tony, rappresentante dell’accusa nel processo d’appello; Michele Giuttari, capo della squadra antimostro, il primo detective a scoprire la rete di complicità che legava Pietro Pacciani ai compagni di merende; Mario Spezi, il giornalista che dopo aver seguito tutta la vicenda è stato anche sospettato di appartenere alla cupola che avrebbe potuto manovrare i compagni di merende; Nino Marazzita, il principe del foro che con la sua difesa riuscì a fare assolvere Pacciani in secondo grado. Sotto l’aspetto visual, lo “Speciale Mostro” si avvale di molteplici fonti: il meglio del repertorio video mandato in onda dalla Rai e dalle tv private fiorentine in trent’anni di storia; ricostruzioni accuratissime delle scene del crimine, girate sul set della fiction “Il Mostro di Firenze”; materiali inediti delle forze di polizia.

Gli scandali sessuali di JFK

Gli scandali sessuali di JFK


La storia del presidente più amato degli Stati Uniti, che nella sua vita nascose anche molti segreti considerati potenzialmente scandalosi e che potevano incrinare la sua immagine.

INFOWEB

Anche Sofia Loren sarebbe caduta nella rete dell' irresistibile playboy John Fitzgerald Kennedy. Insieme a Audrey Hepburn, Lee Remick e Gene Tierney. Lo afferma "Jack e Jackie, ritratto di un matrimonio americano" della casa editrice William Morrow, il primo di una serie di nuovi libri sull' ex first family in arrivo nelle librerie americane quest' estate. Per vendicarsi di questa promiscuita' sfrenata di Kennedy, scrive Christopher Andersen, la moglie Jacqueline l' avrebbe a sua volta tradito con il divo William Holden, con cui l' elusiva Jacqueline ebbe una breve "love story" nel 1955. Assai piu' "coinvolgente" e duraturo fu l' affaire tra JFK e la Hepburn, iniziato nel 1953, quando lui era senatore. E la Hepburn, gia' una superstar, si apprestava a girare il classico "Sabrina". "Audrey strabatteva Jackie agli occhi di Jack, che la trovava semplicemente squisita . spiega un amico dell' ex presidente all' autore . era estremamente intelligente, colta, piena di sex appeal". Il rapporto continuo' anche dopo le nozze di lui con Jacqueline, il 12 settembre 1953, e fu scandito da romantiche cene nella suite privata al Mayflower Hotel dove Kennedy portava le sue amanti. Ma se l' attrazione per la Hepburn era piu' che altro di tipo intellettuale, la vera passione carnale fu Sofia. I due s' erano conosciuti nel ' 57 ad una festa all' ambasciata italiana di Washington di cui la 24enne star era l' ospite d' onore. "A quei tempi, ricorda Andersen, la Loren aveva appena rifiutato la proposta di nozze di Cary Grant, suo cointerprete in Houseboat, per sposare il produttore Carlo Ponti". Fu un colpo di fulmine a ciel sereno. Tanto da indurre Kennedy ad incaricare l' amico George Smathers, senatore della Florida, della "missione": invitarla alla casa di JFK sulla N street per una cena. Lei rifiuto' , da "brava" ragazza italiana di quei tempi, per ben due volte. Ma forse voleva soltanto giocare al gioco della seduzione, facendosi pregare per mettere alla prova l' intensita' della passione di lui. Quando ad estenderle l' invito fu Kennedy in persona, la bella Sofia cambio' idea. A guadagnarci, alla fin fine, fu soprattuto Kennedy. "Non l' ho mai visto arrendersi di fronte ad una persona che gli piaceva veramente . osserva Smathers . la Loren non faceva eccezione. Alla fine anche lei e' stata con Jack. E si sono divertiti un sacco". Ma neppure la sua bellezza, secondo Andersen, riusci' a convertire il leggendario Don Giovanni. Nello stesso periodo della "scappatella" con Sofia, Kennedy (che la incontro' approfittando della trasferta della moglie Jacqueline a New York per far shopping), aveva anche riesumato la sua love story finita da tempo con l' attrice Lee Remick. La portavoce della Loren, Beebe Kline, dice che non ci fu alcuna "storia" tra i due. La portavoce e amica di vecchia data della Loren afferma di ricordare molto bene la serata all' ambasciata. "C' ero anch' io. Era una cena in onore di Sofia. "Kennedy fu presentato a Sofia. Era molto attento a non farsi fotografare. Mi chiese se fosse possibile combinare un incontro. Io risposi: "Impossibile". A quella cena era presente Carlo Ponti". "La frenesia sessuale di Kennedy era provocata da una potente droga antidolorifica che ne esasperava l' erotismo . scrive l' autore . un cocktail di anfetamina e steroidi". E che il presidente uso' anche durante la crisi della Baia dei Porci e il summit col leader sovietico Nikita Kruscev. "Senza saperlo, JFK era un tossicodipendente", afferma Andersen.


martedì 22 novembre 2011

Inside : Guarire con la marijuana

Inside : Guarire con la marijuana


La marijuana e' una delle droghe piu' utilizzate al mondo, ma molti sostengono che, grazie ad alcune particolari proprieta', possa essere usata anche in campo medico.

INFOWEB

Negli ultimi decenni un numero sempre maggiore di ricercatori ha riscontrato notevoli proprietà terapeutiche nella cannabis, delle quali si aveva testimonianza sin dal lontano 3000 a.C. e, grazie alla tecnologia di cui disponiamo nei giorni nostri, sono state individuate nei principi attivi della pianta: THC, CBN, CBD e gli altri 64 finora identificati.Per svariati motivi di natura politica ed economica la canapa è stata bandita dalla farmacopea mondiale ufficiale nei primi anni del 1900 e resa illegale praticamente in tutti gli Stati del mondo a partire dalla fine degli anni Trenta (spesso accomunata alle droghe cosiddette ’pesanti’). In questi ultimi cinquant’anni sulla cannabis, volgarmente detta anche “marijuana”, se ne sono sentite di cotte e di crude: c’è chi ne diceva tutto il bene, chi tutto il male. Tali versioni discordanti non hanno fatto altro che creare un’enorme confusione nell’opinione comune, che ha avuto come unico scopo quello di ritardare la ricerca sulla cannabis e sui cannabinoidi provocando l’effetto inammissibile di vietare l’assunzione a chi, anche se solo empiricamente, ne ha constatato in prima persona le benevoli proprietà terapeutiche e le quasi nulle controindicazioni.

Partiamo col dire cos’è la cannabis o canapa indiana.

La canapa è una pianta erbacea annua e dioica, ossia con fiori o solo maschili o solo femminili. Dai fiori femminili si ricava una resina dove sono concentrati i principi attivi più importanti, il Delta9 Tetraidrocannabinolo (THC), il cannabinoide (CBN) e il cannabidiolo (CBD), dotato di specifiche proprietà terapeutiche ed in grado di modulare gli effetti del THC, riducendone gli effetti collaterali e prolungandone la durata di azione. Ecco perchè i farmaci mono-componenti a base di thc (sintetico) hanno effetti collaterali non riscontrati con il fitocomplesso naturale e sono meno efficaci.
Il THC, il CBD (rilassante a livello psichico) e il CBN (efficace sulla muscolatura), coadiuvati dagli altri 64 cannabinoidi, sono in grado di alleviare le sofferenze inferte da alcune patologie e in alcuni casi stabilizzarle o addirittura portare il paziente alla totale guarigione. Fra mille ostacoli ed infiniti problemi, la cannabis sta aiutando sempre più medici e pazienti. In quasi tutti i Paesi occidentali, gli Stati Uniti d’America, la Gran Bretagna, la Germania, l’Olanda, il Canada, la Spagna ed Israele, si è arrivati all’inserimento nel prontuario farmaceutico di cannabinoidi sintetici realizzati artificialmente in laboratorio (dronabinol e nabilone), liberamente prescrivibili per il trattamento delle suddette patologie. Sono registrati al momento sul mercato estero due cannabinoidi, il Dronabinol (thc) che viene commercializzato col nome Marinol© (thc sintetico in capsule) e Bedrocan© (infiorescenza femminile naturale essiccata e confezionata, contenente ovviamente oltre al thc anche tutti gli altri cannabinoidi e terpeni ’minori’), e il Nabilone (farmaco sintetico mono-componente), entrambi approvati per il trattamento della nausea e del vomitonelle chemioterapie antitumorali e nell’anoressia in malati di AIDS. A questi si è aggiunta una specialità medicinale derivata dalla pianta di Cannabis Sativa ma con pari concentrazione di thc e cbn, il Sativex© della GW Pharmaceuticals, “ilfarmaco antisclerosi multipla”.
In Italia è difficile venirne in possesso, la canapa e i suoi derivati continuano ad essere illegali; esiste comunque in internet un modulo predisposto dal ministero per la richiesta di importazione del bedrocan, che il medico compila, la ASL riconosce, timbra e invia al ministero della salute per l’ autorizzazione.


lunedì 21 novembre 2011

Segreti Svelati : 2012 la fine del mondo

Segreti Svelati : 2012 la fine del mondo



Brad Meltzer e il suo team si occupano delle antiche profezie che descriverebbero una distruzione globale nel 2012. Quali sono gli elementi a disposizione per capire se, e cosa, accadrà?

INFOWEB

Il 21 dicembre 2012 è la data del calendario gregoriano nella quale secondo alcune aspettative e profezie (vedi bibliografia) si dovrebbe verificare un evento, di natura imprecisata e di proporzioni planetarie, capace di produrre una significativa discontinuità storica con il passato: una qualche radicale trasformazione dell'umanità in senso spirituale oppure la fine del mondo. L'evento atteso viene collegato temporalmente alla fine di uno dei cicli (b'ak'tun) del calendario Maya.
Nessuna di queste profezie ha alcun fondamento scientifico e sono state più volte smentite dalla comunità geofisica e astronomica.Anche la maggioranza degli studiosi di storia Maya confuta queste affermazioni.

Il calendario maya
I maya, come altre culture mesoamericane, misuravano il tempo utilizzando un sistema di tre calendari. I giorni erano organizzati attraverso un calendario religioso rituale della durata di 260 giorni (chiamato Tzolk'in), suddiviso in trecene (periodi temporali di 13 giorni) e utilizzato prevalentemente a scopo divinatorio, e un calendario solare di 365 giorni (Haab'), suddiviso in 18 periodi di 20 giorni ciascuno.
I maya non misuravano gli anni, tuttavia le date di questi due calendari erano combinate tra loro per dare luogo a cicli di 18.980 giorni (~52 anni) per un totale di 52 cicli diversi ricorrenti. Un ulteriore calendario, il cosiddetto Lungo computo, calcolava, invece, il tempo trascorso dalla data della creazione del mondo secondo la mitologia maya (11 agosto 3114 a.C. nel calendario gregoriano secondo la correlazione con il calendario gregoriano seguita dalla maggior parte degli storici mesoamericani e conosciuta come correlazione di Goodman-Martinez-Thompson).Questo calendario, a differenza dei precedenti, era progressivo e suddivideva il tempo in cicli non ricorrenti (b'ak'tun) della durata di 144.000 giorni, suddivisi a loro volta, su base vigesimale, in 4 ulteriori sottocicli. Il 20 dicembre 2012 terminerà il 13º b'ak'tun (12.19.19.17.19 nella notazione originale del calendario) a cui farà seguito, il giorno successivo, il 14º b'ak'tun (13.0.0.0.0).
Secondo il Popol Vuh - uno dei principali documenti storici sul corpus mitologico dei maya - il Lungo computo attuale è solo il quarto in ordine di tempo poiché gli dei avrebbero distrutto le tre precedenti creazioni ritenendole fallimentari. La terza creazione fu distrutta al termine del 13º b'ak'tun (12.19.19.17.19), una data che ricorrerà nuovamente alla fine del 2012. Questa circostanza, assieme ad un riferimento epigrafico sul Monumento 6 di Tortuguero, è alla base del fenomeno New Age che associa un evento di significativa discontinuità storica alla data summenzionata.

Profezie
Sulla base di interpretazioni di impronta prevalentemente New Age, sono stati formulati due diversi scenari sulla corrispondenza di questa data: o con eventi quali la fine del mondo oppure con trasformazioni radicali del mondo stesso come l'inizio dell'Era dell'Aquario, un periodo di pace globale e profonda evoluzione spirituale.
Entrambi gli scenari profetizzati possono definirsi apocalittici tenendo conto del duplice significato del termine: o in senso figurato come devastazione totale, cataclisma rovinoso, disastrosa sciagura, o nel suo senso etimologico di rivelazione.Analogo distinguo è previsto dal termine catastrofe, che infatti richiede una disambiguazione.
Da un'iscrizione sul Monumento 6 del sito archeologico di Tortuguero si ricava la data del 2012, in cui accadrebbe qualcosa che coinvolgerebbe una misteriosa divinità Maya, Bolon Yokte, associata in genere alla guerra e alla creazione. Da qui se ne è ricavata l'eventuale profezia Maya data al 2012.Risultano tuttavia diverse altre tavolette che riportano date anche molto successive al 2012, cosa che fa ritenere che i Maya non pensassero a questo giorno come all'ultimo.

Confutazioni degli studiosi degli antichi Maya
La credenza in catastrofi nel giorno 21 dicembre 2012 o in vicinanza ad esso, è una previsione considerata sbagliata dalla corrente principale degli studiosi degli antichi Maya, eppure è comunemente citata nei mezzi di comunicazione di cultura popolare come il problema del 2012.
Secondo Sandra Noble, executive director della Foundation for the Advancement of Mesoamerican Studies, Inc. a Crystal River in Florida, «Considerare il 21 dicembre 2012 come un giorno del giudizio o un momento di cambiamento cosmico è un'invenzione assoluta ed un'opportunità per molte persone di fare profitto.» La fine di un ciclo del calendario era infatti vista dal popolo Maya semplicemente come occasione di grandi celebrazioni per festeggiare l'ingresso nella nuova epoca, in questo caso il 14º b'ak'tun.


Segreti Svelati : Oro della guerra civile

Segreti Svelati : Oro della guerra civile


Secondo una leggenda, durante la guerra civile un tesoro di diversi milioni di dollari sarebbe stato nascosto in America. Ma è possibile trovarlo solo decifrando alcuni simboli e segni...

Segreti Svelati : Il cerchio del potere

Segreti Svelati : Il cerchio del potere


Negozianti, osti, casalinghe. Uomini 'normali': ma potrebbero essere state spie appartenenti ad un ristretto cerchio del potere che avrebbe portato alla Guerra di Indipendenza Americana.

Segreti Svelati : L'assassinio di Lincoln

Segreti Svelati : L'assassinio di Lincoln


Il team di Brad Meltzer indaga sulla morte del presidente Lincoln: perché l'autopsia sul corpo dell'assassino, John Wilkes Booth, è stata effettuata in totale segretezza?

INFOWEB

Sera del 14 aprile 1865. La lunga guerra civile si può considerare virtualmente conclusa. Il presidente Abraham Lincoln con la first lady, Mary Todd, assistono alla commedia “Il nostro cugino americano” al Teatro Ford di Washington, in compagnia del maggiore Henry R. Rathbone e della sua fidanzata Clara Harris, figlia di un senatore. La sala è gremita, ci sono 1.700 persone calamitate dalla presenza dell'illustre personaggio.
Alla seconda scena del terzo atto della commedia, durante una battuta che suscita molta ilarità nel pubblico, una figura furtiva entra nel palco presidenziale, punta una pistola Deringer tra l'orecchio sinistro e la nuca del presidente e fa fuoco. Il rumore del colpo e attutito in parte dalle fragorose risa del pubblico. Lincoln china la testa, con il mento verso il petto. Il colpo è mortale. Non morirà istantaneamente ma non riprenderà più coscienza fino alla morte.
L'assassino del presidente degli USA risulterà essere John Wilkes Booth, attore di teatro semifallito, donnaiolo, con provate relazioni con dubbie personalità politiche unioniste ma di accese simpatie filosudiste – nonostante la famiglia fosse unionista - e con un ego smisurato. Come riuscì un personaggio quasi insignificante ad assassinare la più alta carica degli USA in maniera così semplice, armato solo di una pistola ad un colpo e di un coltello?
Riesaminiamo quello che successe precedentemente l'omicidio di Lincoln, tornando indietro di alcuni mesi. L'intenzione primaria di Booth, riguardo il destino di Lincoln, era di sequestrarlo per poter ricattare il governo federale, chiedendo in contropartita, magari, il rilascio di numerosi prigionieri confederati internati nei campi di prigionia federali, di cui l'esercito confederato, sul finire del conflitto, aveva estremo bisogno.
Per organizzare un tale piano, limitato nella riuscita ma non impossibile come vedremo, Both si accorda con un gruppo di personaggi di second'ordine eccetto uno, John Surrat, risultato essere l'unico personaggio con contatti diretti con il controspionaggio confederato operante in Canada.


Segreti Svelati : La statua della liberta'

Segreti Svelati : La statua della liberta'


È possibile che la Statua della Libertà nasconda dei simboli segreti? Il team indaga sulla setta degli Illuminati che potrebbe aver inserito dei messaggi in codice sulla famosa statua.

INFOWEB

La libertà che illumina il mondo (ingl. Liberty enlightening the world; fr. La liberté éclairant le monde), conosciuta più comunemente con il nome di Statua della Libertà, è un monumento simbolo di New York e degli interi Stati Uniti d'America.
Svetta all'entrata del porto sul fiume Hudson, sulla rocciosa Liberty Island (un tempo Bedloe's Island), come ideale benvenuto a tutti coloro che arrivano negli USA, ma nel secolo precedente, per chi era alla ricerca di una vita migliore, la Statua, prima immagine che gli immigrati avevano dell'America, rappresentava un simbolo di benvenuto e di speranza. Costituita da un'armatura di acciaio rivestita da 300 fogli di rame sagomati e rivettati insieme, poggia su un basamento granitico di provenienza sarda. È alta 93 metri (compresi i 47 m del piedistallo)ed è visibile fino a 40 chilometri di distanza. Raffigura una donna che indossa una lunga toga e sorregge fieramente in una mano una fiaccola (simbolo del fuoco eterno della libertà), mentre nell'altra stringe un libro recante la data del 4 luglio 1776 (giorno dell'Indipendenza americana); ai piedi vi sono delle catene spezzate (simbolo della liberazione dal potere del sovrano dispotico) e in testa vi è una corona, le cui sette punte rappresentano i sette mari e i sette continenti.
Ideata da Édouard René de Laboulaye, costruita a Parigi su progetto di Frédéric Auguste Bartholdi, il quale la intese come monumento alla libertà, valore che riteneva carente nella sua nazione, infatti, il suo intento era di "rendere gloria alla libertà e alla Repubblica, nella speranza che questi valori non muoiano". Realizzata ingegneristicamente da Gustave Eiffel (il creatore dell'omonima torre), essa fu donata dai francesi agli Stati Uniti d'America in 1883 casse trasportate a New York per mezzo di una piccola nave (che dovette effettuare numerosi viaggi) e ivi assemblata, in segno di amicizia tra i due popoli e in commemorazione della dichiarazione d'Indipendenza di un secolo prima (1776), ma a causa del protrarsi dei lavori fu completata solo nel 1884 e inaugurata il 28 ottobre 1886, dieci anni dopo la ricorrenza.


Delitti : Olgiata il caso è chiuso

Delitti : Olgiata il caso è chiuso


Il mistero dell’Olgiata finalmente giunge alla conclusione.
La contessa Alberica Filo della Torre, protagonista della più raffinata mondanità romana, viene trovata morta nella sua villa.
Per vent’anni si sussegue un dedalo inestricabile di ipotesi che va dalla vendetta allo spionaggio internazionale. Ma la soluzione al delitto è nascosta nella più semplice evidenza.
Ci sono voluti vent’anni perché Pietro Mattei potesse avere giustizia dell’omicidio della moglie, la contessa Alberica Filo della Torre, assassinata nella sua villa all’Olgiata, il 10 luglio del 1991.
Vent’anni di indagini a vuoto, veleni, misteri che stavano per essere archiviati alla voce caso “irrisolto“ e che la determinazione di Mattei ha impedito.

INFOWEB

Alla fine, 20 anni dopo, i magistrati della procura di Roma sono riusciti a risolvere il rebus. Lo hanno fatto grazie ad una prova scientifica, la prova del Dna che oggi può giovarsi di nuove tecniche, ma soprattutto grazie alla tenacia di un legale, l’avv. Giuseppe Marazzita, che ha assistito il marito della contessa, Pietro Mattei e che per ben tre volte si è opposto alla decisione della procura stessa di archiviare il caso.
Ma per 20 anni i magistrati romani si sono lanciati su piste che - se paragonate al vero movente dell’omicidio - hanno dell’incredibile, tanto che anche l’omicidio della contessa sembrava destinato a restare perituro emblema della pochezza investigativa degli inquirenti della capitale, più propensi ad assecondare i clamori e le pruderie della stampa che a puntare l’obiettivo là, dove andava puntato.


venerdì 18 novembre 2011

Man, Woman, Wild - S02 -

Man, Woman, Wild - S02 -


Il veterano delle forze speciali Mykel Hawke e sua moglia, la giornalista televisiva Ruth, affronteranno insieme alcuni tra i più remoti e inospitali luoghi del pianeta e saranno obbligati a fare gioco di squadra e a stringere i denti.
In questa serie, Mykel e Ruth vengono abbandonati su un'imbarcazione in mezzo al triangolo delle Bermuda, si cibano di tarantole e scorpioni nei deserti montuosi della California del sud e devono cercare di orientarsi nel bacino del Rio delle Amazzoni durante il periodo di piena.
Per Mykel, ex Berretto verde, sopravvivere in situazioni estreme è normale, ma per sua moglie Ruth la vita in ambienti remoti e disabitati è un'esperienza del tutto nuova. I due mettono a dura prova le loro abilità di sopravvivenza ma anche il loro rapporto per cercare di trovare un punto d'incontro e affrontare la natura dei luoghi più selvaggi della terra.

EPISODI :

1 - Deserto California del sud
L'esperto di sopravvivenza Myke Hawke e la moglie Ruth si trovano nel deserto montuoso della California del sud dove cercano di sopravvivere nutrendosi di tarantole e scorpioni.

2 - La città abbandonata di Montserrat
La barca di Myke e Ruth affonda: la coppia affronta le maree per raggiungere la terra ferma, ma si accorge di essere nelle vicinanze di un pericoloso vulcano.

3 - Naufraghi in mare  
Myke e Ruth naufragano nel Triangolo delle Bermuda, restando in mare per giorni: dovranno fare tesoro di cio' che hanno a bordo combattere disadrazione e fame.

4 - Incendio in Louisiana  
Mike e Ruth restano intrappolati nella boscaglia in fiamme in Louisiana: dovranno guardarsi dalla caduta degli alberi, costruire un riparo e cibarsi di armadilli.

5 - Paludi di mangrovie
Myke e Ruth restano impantanati nelle paludi di mangrovie e devono cercare cibo e acqua potabile, ma Myke peggiora la situazione, scivolando in una dolina.

6 - Giungla Amazzonica
Mike e Ruth si perdono in canoa nella giungla amazzonica durante le inondazionie devono andare avanti a vermi, piranha e acqua piovana, prima di trovare la via d'uscita.

7 - Palm Island
Mykel e Ruth naufragano su un'isola deserta. Riusciranno a trovare in fretta acqua potabile? E la scoperta di un messaggio in una bottiglia dara' una svolta alla loro avventura?

8 - Montana
Mykel e Ruth si perdono nel Glacier National Park, nella riserva della tribu' indiana dei Piedi Neri, e si ritrovano faccia a faccia con un orso bruno. Come se la caveranno?

Cosa ti dice il cervello? -02-

Cosa ti dice il cervello? -02-


Non è come sembra
Colori, luci e movimenti sono costruiti all'interno del nostro cervello, e sono facilmente manipolabili. Sveliamo quali sono i trucchi utilizzati dai registi per creare avvincenti illusioni.


Cosa ti dice il cervello? -01-

Cosa ti dice il cervello? -01-


A me gli occhi!
Grazie ad un'analisi di alcuni scienziati, tentiamo di capire come maghi e illusionisti riescano a focalizzare l'attenzione umana per realizzare le loro incredibili performance.

giovedì 17 novembre 2011

Cosa ti dice il cervello?

Cosa ti dice il cervello?


Il nostro cervello è fatto per dare un senso a ciò che vediamo, ascoltiamo, odoriamo, tocchiamo e assaggiamo. E’ in grado di aggiungere i pezzi realmente mancanti o che sfuggono alla nostra percezione con ciò che ci aspettiamo sia il quadro d’insieme. L’esempio qui sopra dimostra che comprendiamo una frase anche quando le lettere non sono al posto giusto all’interno delle singole parole. Ma per quanto il nostro cervello abbia capacità sorprendenti nel processare le informazioni che ci circondano, quanto possiamo fidarcene? Abbastanza da telefonare e guidare allo stesso tempo? Abbastanza da andare in bici ad occhi chiusi oppure riconoscere il colpevole di un crimine al quale abbiamo assistito in un confronto all’americana?
Cosa ti dice il cervello? prende le misure al cervello umano con una serie intricata di esperimenti interattivi per dimostrare quanto sia facile ingannarlo. Utilizzando una potenza di soli 12 watt, è responsabile di ogni pensiero, di ogni decisione fulminea e giudizio complesso che agiamo. Dal multi-tasking alle capacità mnemoniche, questa miniserie in tre parti costringerà il pubblico a rivedere parte della fiducia che ripone nelle capacità di quest’organo.
Il mago David Copperfield dimostrerà come l’attenzione sia una risorsa scarsa e bisogna farne un utilizzo oculato, una piccola distrazione o un veloce trucco può catturarla e con esso il vostro portafogli, se siete nel posto “giusto”.
A me gli occhi!; Non è come sembra; Se la memoria non m’inganna… sono i tre episodi all’interno dei quali Copperfield, ma numerosi altri esperti spiegheranno il funzionamento del nostro cervello e dimostreranno i suoi limiti e i numerosi inganni in cui può cadere e, con esso, noi.

EPISODI [3/3] :

Segreti Svelati [Serie]

Segreti Svelati


Un Team di esperti tenta di svelare i segreti piu oscuri della nostra terra.Dalla apocalisse del 2012 alla statua della liberta'.

EPISODI [7/10] :

Deadliest Catch - S07E04 -

Deadliest Catch - S07E04 -


Ep 4-

Nel pieno di una tempesta, una gru si abbatte sulla Kodiak ferendo gravemente un membro dell'equipaggio e una recluta della Seabrooke ha una crisi di nervi.

Deadliest Catch - S07E03 -

Deadliest Catch - S07E03 -


Ep 3 -

Jack Harris impara a pilotare la Cornelia Marine , mentre il pericolo si abbatte sulla Wizard a causa di un infortunio a un membro dell'equipaggio.

Deadliest Catch - S07E02 -

Deadliest Catch - S07E02 -


Ep 2 - Una dura prova

Nel Mare di Bering la pesca ai granchi si rivela deludente: le nasse sono vuote, i profitti crollano, tra l'equipaggio la tensione aumenta e il morale si abbassa.

mercoledì 16 novembre 2011

Squali fuori controllo

Squali fuori controllo


Un documentario sulle peggiori tragedie causate dagli squali. E' possibile che alcuni esemplari abbandonino il branco e sviluppino una propensione per la carne umana?

INFOWEB

Dite la parola "squalo" e la maggior parte della gente richiamera' un'immagine ispirata alle mascelle dello squalo bianco che divorano un ignaro bagnante tra l'impotenza di scienziati ed autorita'. L'attaco di uno squalo e' probabilmente l'evento che piu' terrorizza tra i pericoli naturali per l'uomo, sorpassando perfino uragani, tornadi e infarti nella mente di molti bagnanti e velisti. Fra tutti i grandi animali responsabili di attacchi e pasti di umani, solo lo squalo esce dal controllo dell'uomo. Perfino la ferocia dei predatori terrestri, i grandi felini e gli orsi, e' estremamente suscettibile di un colpo di fucile e il "problema" animale viene semplicemente eliminato, lasciando molte di queste specie in pericolo di estinzione. Alcuni coccodrilli, specialmente quelli del Nilo e delle lagune salmastre, sono certamente pericolosi come gli squali, ma non sono mai stati oggetto di campagne di stampa in quanto la loro popolazione e' largamente limitata ai paesi del terzo mondo e inoltre sono soggetti all'azione dei cacciatori. Le altre creature marine potenzialmente in grado di "mangiare" l'uomo, orche e capodogli, non sono normalmente ritenute una minaccia. Degli squali, invece, si sono avuti attacchi documentati, e qualche volta consumazione di parti umane, in giro per il mondo attraverso storie registrate, e sono rimasti relativamente immuni dall'intervento dell'uomo.


Inside : Nirvana , nelle acque sacre

Inside : Nirvana , nelle acque sacre


Viaggio dentro il Kumbh Mela, il più grande evento mistico di tutto il mondo: decine di milioni di pellegrini si ammassano sulle sponde del fiume Gange per celebrare e bagnarsi nelle acque sacre. Per ospitare questa enorme folla di fedeli viene costruita una gigantesca città effimera, destinata a scomparire nel nulla poche settimane dopo.

INFOWEB

La Kumbh Mela (Devanagari: कुम्भ मेला) è un pellegrinaggio Hindu di massa.
La Purna Kumbh Mela ("Completa" Kumbh Mela) si celebra in quattro luoghi principali (Prayag o Allahabad, Haridwar, Ujjain, e Nashik) ogni 12 anni, mentre l'Ardh Kumbh Mela in due luoghi (Haridwar e Prayag) ogni 6. Nei primi 45 giorni del gennaio 2007, più di 16 milioni di Hindu parteciparono alla Ardh Kumbh Mela a Prayag.
La Maha Kumbh Mela ("Grande" Kumbh Mela) si celebra ad Allahabad dopo 12 Purna Kumbh Mela (e di conseguenza dopo 144 anni). Alla Maha Kumbh Mela del 2001, parteciparono circa 60 milioni di persone, rendendo il rito il più grande raduno mai svolto nel mondo.

Nirvana
« Quando un monaco ha compreso ciò che è sorto, e non ha più brama alcuna per questa o altre vite, attraverso la scomparsa di ciò che è sorto, egli non va più incontro a nuove esistenze »

(Itivuttaka (Sutta Piṭaka))

Il termine nirvana[1], dal sanscrito nirvāṇa (devanāgarī: निर्वाण, pāli: निब्बान nibbāna, cinese: 湼槃 niepan, giapponese: 涅槃 nehan) esprime un concetto proprio delle religioni buddhista e giainista, successivamente introdotto anche nell'induismo. Ha un ruolo fondante soprattutto nel buddhismo, dove possiede il significato sia di 'estinzione' (da nir + √va, cessazione del soffio, estinzione) che, secondo una diversa etimologia proposta da un commentario buddhista di scuola Theravāda, libertà dal desiderio (nir + vana).